Esame di laurea

Come riportato nell'Art 38 del Regolamento Didattico Parte SECONDA

1. Le modalità di svolgimento della prova finale sono disciplinate dall'art. 21 del Regolamento Didattico di Ateneo, e dall'Art 26 del Regolamento didattico di Facoltà (Norme comuni. (https://www.univpm.it/Entra/Engine/RAServeFile.php/f/corsi_laurea/Regola...) e meglio dettagliate nella Procedura di Erogazione del servizio formativo consultabile al link: https://www.univpm.it/Entra/Engine/RAServeFile.php/f/qualita/SGQ%20aree%...

L'esame consiste nella preparazione, sotto la guida di un Relatore, di una tesi di natura sperimentale o teorico applicativa riguardante l'approfondimento di tematiche manageriali, formative, professionali e di ricerca applicata e sua dissertazione. L'esposizione e la discussione dell'elaborato avvengono di fronte ad apposita commissione.

2. Per accedere alla prova finale, lo studente deve aver superato tutti gli esami di profitto, aver acquisito tutti i crediti previsti dall'Ordinamento e avere avuto una valutazione positiva in tutte le attività pratiche (laboratori, tirocini). I crediti della tesi sono acquisiti con la prova finale.

3. La Commissione di laurea, per i Corsi di Laurea Magistrale delle professioni sanitarie è composta di un numero che va da 7 ad 11 membri. Le Commissioni sono nominate dal Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia.

4. La votazione della prova finale è espressa in cento decimi, ed è assegnata dalla commissione tenendo conto del curriculum dello studente e sulla base della prova finale. La lode è assegnata con decisione a maggioranza di due terzi dei commissari.

5. La valutazione della tesi di laurea rappresenta un accertamento complessivo delle capacità di applicare quanto appreso nei diversi insegnamenti. La prova finale richiede l'integrazione di conoscenze acquisite e la capacità di apportare nuovi sviluppi.

Su proposta del relatore e se previsto dal Regolamento didattico del corso di studi la tesi può essere redatta e discussa in lingua inglese.

I risultati di apprendimento attesi sono valutati secondo i seguenti criteri che con pesi diversi determinano il voto della prova finale.

Elementi oggettivi

• Originalità rispetto alla letteratura scientifica specifica sull'argomento e difficoltà del tema

• Correttezza nell'esame critico della documentazione

• Qualità delle soluzioni proposte

• Completezza del lavoro: redazione del testo, degli eventuali altri elaborati e della presentazione

Elementi soggettivi e individuali

• Argomentazione delle tematiche e chiarezza linguistica

• Capacità di ricerca, qualità delle fonti bibliografiche

• Esposizione e discussione

• Capacità espressiva e chiarezza espositiva

• Capacità di sostenere discussione

ALLA TESI DI LAUREA SONO ASSEGNATI PUNTI DA 0 A 10, INDIPENDENTEMENTE DAL CARATTERE COMPILATIVO O SPERIMENTALE DELLA STESSA